ORIGINE E RICERCA

Nata nel 1978 figlia di padre decoratore, fin da bambina, ho annusato l'essenza dei colori e curiosato fra i materiali.
Da sempre ho avuto nelle mani l'urgenza di creare e plasmare oggetti, avere quello che non c 'era, creare dal niente. 
I miei studi artistici  mi hanno avvicinato alla decorazione di interni, ho amato la consistenza degli stucchi, cere e pigmenti lavorando sui muri e sul legno alla ricerca di trame vissute che portassero l'affascinante segno del tempo. 
Nasce in seguito l'amore per l 'argilla, scoperta come materiale catalizzatore di ogni mia conoscenza materica. Dopo una breve formazione in una bottega artigianale in Toscana mi sono dedicata all'esplorazione autodidatta e istintiva della ceramica.  Ogni terra racchiude una sua anima ed identit√†.  Amo scegliere argille con consistenze porose e ruvide, mantenendo il legame con la loro natura, richiamo suggestioni primitive ed essenziali. Come su una tela o un muro mescolo e sovrappongo terre pigmentate ricercando trame che creano disegni finemente levigati a crudo, lasciando che sia il calore del fuoco a far brillare i pigmenti o destrutturare la superficie. 

L'argilla non √© un materiale statico ma un flessibile conduttore di energia che mi permette di creare un dialogo costante per imprimere nella materia ogni mia emozione, pensiero o memoria che risale e solidifica in forma permanente nel mio presente. 

Un percorso in continua evoluzione

Un dualismo armonioso , Intervista a cura di Silvia Ferrara
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2298179750467715&id=1790967757855586